Di cosa sono fatti i mobili che abbiamo in casa?

  • Vi siete mai chiesti di che materiale sono i pannelli che compongono la vostra cucina, armadio o del vostro letto?
  • Siete sicuri che il mobile acquistato come massello, impiallacciato o laminato lo sia veramente?
  • Sapete riconoscere i vari pannelli sul mercato, i loro vantaggi-svantaggi e valore ?

In questo articolo vorrei iniziare a trattare in modo semplice i vari materiali disponibili sul mercato, i loro vantaggi-svantaggi e magari qualche trucchetto su come riconoscerli e non farsi imbrogliare.

Per una questione di stabilità, comodità nella manutenzione, per questioni economiche o per questioni ecologiche non tutti i mobili sono in legno massello pieno, per capirci, fatti da un tronco-albero unico tagliato in assi.

L’anima dei pannelli o i pannelli con cui è costruita la maggior parte della mobilia che avete in casa, è costituita da pannelli composti derivati dal legno o altri materiali, o nel peggiore dei casi con materiali di scarto non sostenibili.

Un tempo, le anime dei pannelli utilizzati, oltre alle assi di legno pieno, erano composte da listarelle di legno incollate, di solito di abete o altri legni indigeni (facilmente reperibili dal falegname del paese, nel paese stesso o vicinanze) e ricoperte esternamente con strati di legni più pregiati, oggi questi pannelli vengono chiamati paniforti.

Oggi, oltre alle assi di legno pieno e i sopracitati paniforti, si usano pannelli di compensato, truciolato, Mdf o altro, coperti da uno strato di impiallacciatura di legno o decori e resine con una infinita scelta di colori e in svariati materiali.

Se vi interessa il tema, nel prossimo articolo partiamo dalla base, partendo dal legno pieno- massello-massiccio, per poi proseguire con i vari tipi di pannelli derivati e i nuovi e futuri materiali proposti dal mercato.


Se volete rimanere aggiornati su uscita e temi dei prossimi articoli, controllate regolarmente le nostre curiosità, i nostri social, oppure iscrivetevi alla nostra newsletter e penserò io a mandarvi un promemoria.

Se avete domande, consigli, correzioni o critiche riguardo al tema, scrivetemi pure qui sotto, oppure tramite i nostri contatti, come preferite.

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Faste